Blog

Bibliografia – I KING – Il libro dei mutamenti – Ed. Astrolabio

Friedrich Gulda: J.S. Bach – Prelude & Fugue No. 20 in A minor, BWV 889, Well-Tempered Clavier II

https://www.youtube.com/watch?v=Em9tZaphIPM&list=RDhgltuMQKjM0&index=19

Un tizio, un mendicante con la faccia buffa e un cappotto cammello uguale a quello che ha mio padre nella piccola foto che tengo con me, qui sulla mensola, piagnucola seduto sullo scalino del supermercato in questo giorno della merla, cattivo e bagnato.
Mio padre nella foto è distante e di spalle su una stradina macchiata da patacche di neve e si allontana, grosso e intabarrato come sulla via dell'altro mondo. E mi spezza il cuore.

Il mendicante ripete la sua lagna che conosco. E' la sua canzone, strumento del mestiere “Una monetina, una piccola monetina, ho fame... una monetina”.

Nella mia stanza mentre scrivo, al caldo, un concerto per pianoforte di J. S. Bach dalla radio mi fa dono di una compagnia preziosa.

So che la lagna del mendicante è una specie di recita, è un po' come quando io timbro il cartellino al mattino: è stupido e un po' degradante ma per mangiare si fa anche di peggio.
Allora cerco nelle tasche. Lo so che lui in realtà è uno sfaccendato miliardario, eccentrico e petulante ma, diciamolo, il suo mestiere lo fa maledettamente bene e la società lo deve premiare.

Niente monete: neanche una nichelina. Allora vedo il pane nella tasca della mia bici.
“Vuoi il pane?” Smette di frignare e fa una faccia come dire “E vabbè, perché no, semmai me lo posso sempre rivendere.” Questo un po' mi stupisce perché nei racconti del popolo i mendicanti accettano sempre e solo valuta forte.
Glielo lancio.

Ho interrogato l'I KING per sapere cosa c'entri tutto questo con la musica e la musicoterapia. Ed ecco la sua risposta. Sei linee fisse.

9. SSIAN CCIU – La forza domatrice piccola

La sentenza. La forza domatrice piccola ha riuscita. Dense nubi, nessuna pioggia dalle nostre contrade occidentali.

...un forte è tenuto a bada da un debole...

Che si parli di musica e musicoterapia è evidente: la musica, la parola e la bellezza possono tenere a bada un'energia che si può scatenare in forme distruttive.

Questo trova conferma in un capoverso seguente... “Ciou Sinn il tiranno era tenuto a bada blandendolo con buone parole...

La musica e le parole devono trovare cittadinanza in noi, non in virtù della loro forza e nemmeno necessariamente in virtù della verità dimostrativa, ma per il loro suono, per la loro azione di lenimento.

Si può resistere a una cantilena che chiede un'elemosina?

Il vento soffia nel cielo
l'immagine della forza domatrice piccola

Così il nobile raffina le forme
esteriori del suo carattere”

Un gesto di carità è un'azione isolata in uno spazio senza logica.
Compierlo è solo ed esclusivamente aver pietà di se stessi e prendersi cura
della propria anima e permetterle di estrarre il lenimento di quella cantilena insensata,
la cantilena insensata delle cose.

Piano sonata n. 16 - Mozart

https://www.youtube.com/watch?v=XXIu0MRuIQU&index=43&list=RDhgltuMQKjM0

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna